moral musings, Nigeria, dear native land!

Musing on 40 years. Thanks to you, and to you!

In life there are many things to be grateful for. True, life comes with its challenges sometimes a bit more than fair, but at other times it complements the pale graphs of these less-desirable experiences with colourful ones.

For these reasons we offer praise, giving thanks in all circumstances as Paul would recommend.1

We give thanks particularly for the steps of growth through the years:

The introduction. Birth into this brave new world, weird and beautiful at once.

New child acquires ability to sit by himself, crawls, imitates words.

Mathematics for children: funny number Four Jumps easily, recognizes objects, colours and numbers, “the wonder years begin.”2

T-Shirts 6 - funny numbers Intricate muscle development begins, great communication skills commence.

 Interaction with friends and peers becomes important, increase of more complex emotions.

to Greater self control, expansion of several learning capacities; pre-adolescent years.

to  Those years of youthful exuberance begin. Adolescence!

to Enter the dragon! Cracking out of the adolescent egg into early adulthood. Hmmm, lots to face: college, vocation, important decisions

to Getting on with young adulthood, with its damn-too serious pace! What Daniel Levinson calls age-30 crisis comes along.3

 End of the Introduction. Life begins!

(c)bimboamole Dec. 6, 2013.


1. 1 Thess. 5:18.

2. Martin Ward Platt, The Wonder Years, The Essential Guide to Child Development for ages 0-5,  (Dunfermline, UK:  Caroll & Brown Publishers Limited, 2006).

3. Daniel Levinson, The Seasons of a Man’s Life (New York 1978) p. 58.

Advertisements
Standard

4 thoughts on “Musing on 40 years. Thanks to you, and to you!

  1. mf says:

    Leggendo le tue parole di ringraziamento per gli steps of growth della vita sono arrivati dentro di me tanti pensieri. Ho pensato alle fasi della crescita di mio figlio, così diverse da quelle degli altri bambini. Oh… se io dovessi parlare al suo posto dovrei arrabbiarmi e “ringraziare” quei dottori che hanno deciso di avvelenare il suo corpo e il suo cervello con superficialità e ignoranza, senza permettergli di crescere normalmente. Una vaccinazione, una bomba malefica lanciata nel primo giorno della sua vita. Invece lui non parla.. e soprattutto non pensa così. Lui non sa la verità dei fatti che gli sono accaduti, lui vive la sua vita in un presente senza giudizi e senza rancori… i suoi occhi limpidi mi trasmettono la sua verità, l’essenza della sua vita, ma anche di quella di ciascuno di noi. Lui che non ha avuto il privilegio di sentirsi padrone di se stesso, che ha dovuto conquistare con percorsi impensabili piccoli frammenti di abilità, mi ha insegnato a vivere ogni giorno come se fosse il più bello, il più degno di essere vissuto.
    Senza ringraziamenti e senza lamentele, in una dimensione di unione intrinseca alla vita, lottando per difenderla e godendo della sua infinita bellezza.
    Così desidero che sia anche per te!

    • Che parole di saggezza. Certo Giovanni ci ha insegnato come vivere! È i passi che fai tu adesso sono proprio grazie a lui, piccolo ma grande. Quei passi di aiutare altri che sono stati così ‘benedetti’ dagli uomini che si chiamano ‘dottori’ ma che in realtà, dal loro azione, non ne sono!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s